Bruno Pesante protesta

Bruno Pesante protesta contro l’ articolo nel Messaggero

Dopo che Bruno ha letto l’articolo del Messaggero, protesta contro, come segue:

“Si,è vero sono  andato in  spiaggia, ma non per riposarmi! Io ho dovuto riparare i servizi igienici pubblici e dopo ho fatto la mia pausa di pomeridiana. La pausa è anche prevista nell’orario di lavoro del mio contratto.

Non era corretto di scrivere, che io non ero al lavoro!. Sono padre di famiglia e perciò il mio lavoro è importante per me.

Vi prego di rettificare il vostro articolo. Mille grazie!”

 

l’ascensore una macchina magica

L´ascensore, una machina magica.

Qualche volta si muove, qualche volta esso mi sembra come una persona.

Se ci entrano persone con brutte intenzioni o persone che non sono fatte l´uno per l´altra l´ascensore interrompe la situazione e le fa riflettere o le fa parlare.

Oggi l´ascensore si è bloccato tra due piani nel municipio. Le 5 persone imprigionate incominciano ad interagire …..

Dopo trenta minuti l´ascensore „pensa“ che l´interruzione sia durata abbastanza e incomincia a  moversi un pochino per segnalare alle persone di premere il pulsante di nuovo.

i pensieri di Antonello Pierini (nell’ascensore)

Quando l’ascensore si è fermato non pensavo ancora a nulla, per il momento.
Veramente era una situazione che non sorprese nessuno di quelli che erano ancora in questo municipio. Non è solo l’ascensore che fa una brutta figura , bensì tutto il edificio.
Adesso l’ascensore si bloccava. Non mi meraviglio che nessuno risponde al pulsante del citofono. Probabilmente, questo tipo, responsabile, non è neanche nell’edificio. ma in spiaggia oppure a trafficare da qualche parte.

Tuttavia non è la fine del mondo.Qui dentro non c’è molto spazio per cinque persone, non è veramente comodo, ma c’è abbastanza aria per tutti e non c’è motivo di preoccuparsi. Altre persone che vogliono usare l’ascensore noteranno velocemente che non funziona e chiameranno l’assistenza tempestivamente.
Quasi tutti si comportano ragionevolmente. Finora. Purtroppo una donna reagisce istericamente. Spero che il resto della gente mantenga la calma.
C’è anche una ragazza qui dentro. Quando lei comincia ad urlare metterò la cuffia.