la mia abitazione

Abito nel quartiere del vecchio porto.  È un vecchio quartiere con strade e vicoli stretti e case che non hanno più di due o tre piani. La mia casa è parte di una fila di case direttamente di fronte al mare. Tutte le case sono collegate con dei porticati, dove si può  passeggiare protetto dal sole o dalla piogga. Le case sono fatte di pietra, ma sono state intonacate. Ogni  casa ha un colore diverso. Rosa, giallo, blu –  colori che mi ricordano il gelato. Ai primi piani hanno balconi con vista sul  mare.

La mia casa è di colore rosa e ha tre piani. La porta d´entrata è di legno, dipinto di un blu chiaro. Dietro la porta comincia una scala stretta e ripida.

Al pianterreno della casa c‘è una grande sala con un soffito a volta. Nel passato i pescatori usavano questo locale per i loro atrezzi come le reti. Adesso tutto è rinnovato.

La vecchia scala che porta al primo piano è fatta di legno e cigola sotto i passi della gente che va su e giú. Nel primo piano si trovano tre camere, una cucina e un bagno. La camera piú bella e grande ha due finestre e in mezzo una porta finestra che da su una terrazza abbastanza grande con vista sul mare. Chiamo questa stanza „il salon blu“. C´è un divano di velluto rosso, una poltrona, un tavolo di legno dove sei persone possono mangiare. All ´angolo c´è una credenza. Le tende delle finestre sono bianche ed in estate, quando tutte le finestre sono aperte, si muovono lentamente al vento che viene dal mare.

Ci sono ancora due camere che danno sull‘altro lato della casa. Dalle finestre si vede un vicolo molto stretto e scuro. In una delle camere di dietro ho fatto la mia camera da letto. C´è un letto antico come era in voga forse 100 anni fa. Un letto francese di ferro, tipico per lo stile della Provence. La camera più piccola,è provvista di un armadio scorrevole.

Il bagno é molto piccolo, perché prima non c´era un bagno in casa. C´è solo una doccia – un peccato perché a me piacerebbe tanto d´avere una vasca da bagno!

La cucina è piccola e non la uso molto spesso. Il perché lo spiegheró dopo.

La scala che porta al secondo piano è ancora piú stretta e ripida della prima scala.

Anni fa c´era solamente una soffitta, ma io avevo lasciato fare lavori ed adesso ci sono due camere. Una camera è abastanza piccola. C´è solamente un letto per una persona, un comodino e una poltroncina ricoperta con una stoffa fiorata. È la stanza per gli ospiti.

L´altra camera più grande è il mio studio. C´è una scrivania enorme – che lavoro incredibile il trasportarla in questa stanza! Ci sono anche scaffali per libri e raccoglitori pieni di documenti. Naturalmente c´è anche il mio portatile e un comodino che uso come un bar e una bella comoda poltrona.

Dalle due finestre si vede non solamente il porto con le barche dei pescatori, ma si vedono anche il mare e le vele delle barche che sembrano divertirsi con il vento.

 

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.